Breadcrumbs

Home Percorsi Tematici Recensioni Siti - Blog - Applicazioni Web Sms, WhatsApp, Facebook ed email mandano in tilt cervello

Menu di Servizio

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi123
mod_vvisit_counterIeri2964
mod_vvisit_counterTotali6876944

We have: 24 guests online
Tuo IP: 54.226.113.250
 , 
Oggi: Dic 17, 2017

Traduci

Italian Albanian Bulgarian Danish Dutch English French German Greek Haitian Creole Hungarian Portuguese Romanian Slovenian Spanish Swahili

Sms, WhatsApp, Facebook ed email mandano in tilt cervello  E-mail
Lunedì 13 Luglio 2015 07:12

Lo sapevi che Sms, WhatsApp, Facebook ed email

mandano in tilt cervello ed emozioni, alla lunga anche danneggiandoli?

 

 

Riporto una piccola parte di un interessante articolo scritto da Fabio Sinibaldi e Sara Achilli, pubblicto sul sito http://www.realwayoflife.com, che vi consiglio di visitare, per poter leggere integralmente quanto asserito  dagli autori.


Dal punto di vista tecnologico e organizzativo sicuramente si tratta di un passo in avanti, ma per quanto riguarda il nostro benessere di emozioni e pensieri non è proprio la stessa cosa. Addirittura con alterazioni e trasformazioni a livello neurobiologico. Stiamo parlando di quello che succede ogni volta che il nostro cellulare (o meglio “smartphone”) squilla o vibra per avvisarci che ci è arrivato un messaggio tramite sms, la nota app WhatsApp, un messaggio privato di Facebook o una email.

 

Si tratta di un fenomeno interessante, con tratti a volte paradossali: infatti il vantaggio di tanta tecnologia dovrebbe essere nella libertà, ma molte persone sono incollate e vincolate al loro dispositivo escludendosi dalla relazione con gli altri. Una volta per ricevere una telefonata si rimaneva a casa, ora si può uscire, ma a cosa serve essere fuori se non si gode del luogo dove ci si trova e non si interagisce con gli altri presenti? A che cosa serve mandare un messaggio se ci si scambia decine di brevi frasi come se si stesse parlando? Perché non ci si telefona direttamente?

 

Si tratta di tante implicazioni interessanti, con forti ricadute su concentrazione, performance, relazioni e altri livelli. In questo articolo vogliamo focalizzarci sull’attivazione emotiva che portano questi sistemi di messaggistica che, come vedremo, è spesso molto disfunzionale.

  • Fase 1 – Il suono (o la vibrazione)
  • Fase 2- L’anteprima
  • Fase 3 – la lettura

 

Autori: Fabio Sinibaldi e Sara Achilli – Fonte: http://www.realwayoflife.com

 

Pronto per leggere interamente l’articolo? Bene, clicca QUI. Buona lettura….

PS: Spegni  prima il cellulare eh! Laughing mastroGiu

 



Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information